In evidenza

Buon compleanno, Jim Carrey!

Jim Carrey è un attore, comico, imitatore, produttore cinematografico e televisivo. È originario di Newmarket, città situata nella provincia dell’Ontario, a circa 25km da Toronto, ed è nato il 17 gennaio. Celebriamo il giorno del suo compleanno ripercorrendo la sua lunghissima carriera attraverso alcune citazioni dei suoi più – o meno – famosi film.

Nonostante il suo debutto “ufficiale” risalga al 1983, la popolarità vera e propria arriva soltanto undici anni dopo, quando escono nelle sale ben tre film aventi lui come protagonista: Ace Ventura – l’acchiappa animali, The Mask – da zero a mito e Scemo & + scemo. Una curiosità sul film di Ace Ventura: è stato stroncato dalla critica e ha persino ricevuto una nomination al Razzie Award (l’opposto degli Oscar, in parole povere) come peggior attore esordiente.

Ma torniamo alle citazioni. “Suona come una sfida” (Scemo & + scemo): decisamente, ma ci provo lo stesso, d’altra parte, non dovessi riuscire, tenete sempre presente che “sono solo un essere umano, […], tutti possono sbagliare”. Ora scusate, vado a cercare la prossima citazione, “se non torno entro cinque minuti…cari…aspettate un po’ di più!” (Ace Ventura). Scherzavo, naturalmente. Sono ancora qui. Sto cercando di scoprire quante più cose possibili su questo fantastico attore, perché come diceva lui stesso nei panni dell’Enigmista in Batman Forever del 1995: “Il sapere è potenza […]”. Ad esempio, sapevate che lo stesso anno in cui è uscito il film che ho appena citato, Jim Carrey è tornato sugli schermi con il secondo e ultimo capitolo della saga di Ace Ventura? Io no.

Jim Carrey in Ace Ventura (1994)

L’anno successivo interpreta il ruolo principale nel film Il rompiscatole, diretto da nientemeno che Ben Stiller, il quale ha persino fatto un cameo. Se pensate che mi sia scordata della citazione, vi sbagliate, eccola qui: “Il problema nella vita è che non c’è la musica nei momenti di pericolo”. Se lo chiedete a me, ci vorrebbe una colonna sonora per ogni momento della vita.

Jim Carrey è famoso soprattutto per i ruoli comici, ma quanti, oltre a me, si ricordano la sua magistrale interpretazione nel film del 1998, The Truman Show? Ma soprattutto, vi ricordate la sua filosofia di vita? Nel dubbio, vi rinfresco la memoria: “Chi dorme non piglia tempo, chi ha tempo non aspetti pesce”. Concetto interessante, quello del tempo. Talmente interessante che viene ripreso nell’altro film uscito nello stesso anno, Simon Birch: “Il tempo è un mostro con cui non si può ragionare. Risponde come una lumaca alla nostra impazienza, e poi corre come una gazzella quando non riesci a prendere fiato”.

Una curiosità sul film uscito nel 1999, Man on the Moon. Moltissimi attori si proposero per il ruolo di Andy Kaufman ma la parte venne assegnata a Jim Carrey perché strabiliò tutti recitando con i bonghi.

Tutti abbiamo molti impegni, ma sicuramente non saremo mai tanto impegnati come il Grinch nel 2000: “L’agenda è piena. Certo, se sposto l’autodisprezzo alle 21 avrò ancora il tempo di sdraiarmi a letto e fissare il soffitto e scivolare lentamente nella pazzia”. E se avete un amico che fa lo schizzinoso ogni volta che gli offrite qualcosa, ricordategli che “quel che è schifoso per uno, è profumoso poutpourri per un altro” (Il Grinch, 2000).

Jim Carrey, impegnatissimo, nel film Il Grinch (2000)

Nel 2001 il “nostro” Jim Carrey si trova a diversi scusare con la sua lei nel film The Majestic: “[…] mi dispiace per come sono andate le cose. Non avrei mai voluto fare del male a nessuno […]!”. Volete sapere come gli ha risposto lei? Con pacatezza e spirito: “La gente fa male a volte, non sempre possiamo farne a meno!”.

Una filosofia di vita completamente diversa da quella di Truman è quella di Bruce in Una settimana da Dio (2003): “La vita è un biscotto, se piove si scioglie”. Care donne, se i vostri uomini si sentono onnipotenti come Dio (o come Bruce in quella famosa settimana) ricordategli che: “[…] dietro ogni grande uomo c’è una grande donna che alza gli occhi al cielo, gente!”.

Nei cinque anni successivi a questo spassoso capolavoro, l’attore si trova a dover cambiare di nuovo filosofia di vita quando arriva sui grandi schermi con Yes Man: “Il sì porta sempre a qualcosa di buono!”. Un modo come un altro per ricordarci di aprire un po’ i nostri confini mentali.

Siamo così arrivati alla fine di questo articolo, avete riconosciuto almeno qualcuno dei film che ho citato? Sì? Allora “siamo fortunati un botto!” (Scemo & + scemo 2, 2014).

Ora vi lascio, vado a fare festa con The Mask: “È il momento di fare casino…c-a-s-i-no? Mi dispiace, lo faccio!”. Come dargli torto? È il suo compleanno dopotutto…

Vi salutiamo io e Truman, con le sue parole più famose: “Casomai non vi rivedessi, buon pomeriggio, buonasera e buonanotte”.

di Eleonora Spinelli

Sii il primo a commentare

Rispondi

Privacy Policy