In evidenza

Le pagelle della MotoGP: il gran premio di Catalunya

Podio Montmelò

Vittoria di Oliveira al Montmelò davanti a Zarco e Miller. Penalizzato con sei secondi Quartararo per un taglio di pista e per aver corso con la tuta aperta, terzo al traguardo scivola in sesta posizione. Cadono Rossi, Marquez, Petrucci, Lecuona e i due fratelli Espargaro.

Le pagelle della Catalunya. Gara divertente e che non risparmia colpi di scena. Resta acceso il dibattito sulla sicurezza con Quartararo che è costretto a togliersi il chest protector e corre gli ultimi giri con la tuta aperta. Male la race direction che ancora una volta – come accade davvero troppo spesso – si dimostra timida e non interviene tempestivamente: voto 3!

Voto 10 a Oliveira: parte dalla seconda fila è secondo in poche curve e primo poco dopo. Da del gran filo da torcere a Quartararo prima e resiste a Zarco poi. Non sappiamo cosa sarebbe successo se Fabio non avesse avuto il problema con la tuta ma lui ha dimostrato una buona solidità.

Voto 9 a Zarco: quest’anno il francese è proprio in forma, quando gli va male finisce ai piedi del podio, gli manca la vittoria ma non c’è dubbio sul fatto che sia in ottima forma.

Voto 7 a Miller: rischia di fare una pole esagerata il sabato, mentre giunge quarto al traguardo, guadagna il podio grazie al passo falso di Quartararo. Durante le qualifiche con il “siparietto” con Marc dimostra ad altri piloti come si possano vivere in modo più sereno certe dinamiche.

Voto 7 a Mir: buon quarto posto per il campione del mondo che subisce il degrado precoce della media posteriore. Ottima la prima parte di gara guadagna anche lui un posto per le penalizzazioni inflitte a Fabio-

Voto 6 a Viñales: la situazione non è la più rosea per Maverick, tra tensioni varie e cambio di capotecnico. Gli manca la forza per reagire e un po’ di sana aggressività agonistica.

Voto 8 a Quartararo: parte dalla pole e lotta per la vittoria, finisce terzo anche a causa dei noti problemi con le protezioni, due penalità di tre secondi lo fanno scivolare in sesta posizione. È in palla e lo dimostra concludendo in ottima posizione “reale”.

Voto 5 a Bagnaia: ci aspettavamo qualcosa in più da Pecco ma la tanto attesa zampata per la vittoria tarda ad arrivare. C’è tempo e lui avrà modo di rifarsi anche se nelle ultime gare avremmo voluto vedere risultati migliori. L’ascesa dei compagni di squadra, si sa, può destabilizzare, occhio.

Voto 6 a Binder: non fa una brutta gara. L’arancione, fino a qualche gara fa apparsa in netta difficoltà, da un paio di gare è alla ribalta, Oliveira infatti ha vinto la gara mentre Brad ha avuto una condotta molto aggressiva che non ha pagato allo stesso modo.

Voto 6 a Morbidelli: aveva un buon passo in qualifica ma in gara non ha raccolto i frutti sperati. Ha una moto che lo penalizza e si vede. Speriamo che Franco tenga duro e ci faccia vedere altre belle gare come l’anno scorso.

Voto 7 a Bastianini: questa domenica riesce anche ad iniziare la gara, sicuramente un passo avanti. A parte gli scherzi, è diciassettesimo in griglia di partenza e fa una bella prova in rimonta. Se riuscisse a intascare qualcosa in più in qualifica potrebbe farci vedere delle belle gare.

Voto 4 a Rossi: altra caduta mentre rema nelle retrovie.

Voto 5 a M. Marquez: caduta anche per lo spagnolo che però è in una condizione particolare, segno che non si sta risparmiando. Torneranno giorni migliori.

di Mattia Caimi

Leggi anche le pagelle del Mugello.

 

 

Sii il primo a commentare

Rispondi

Privacy Policy